Gran-bazar-istanbul

Il Gran Bazar di Istanbul (in turco Kapalicarsi) è uno dei più grandi mercati coperti al mondo, con 64 strade e più di 4.000 negozi. È uno dei luoghi più visitati al mondo, con circa 400.000 visitatori al giorno. Anche se oggi deve competere con i moderni centri commerciali, la sua bellezza e il suo fascino non ha eguali. Scoprite in seguito come visitare il Gran Bazar da soli o con una visita guidata.

Si tratta di uno dei luoghi più storici di Istanbul. La sua costruzione, iniziata nel 1455, fu completata in 6 anni e alla sua apertura, nel 1461, il bazar era uno dei centri di commercio più importanti nel mondo. Il bazar è stato notevolmente ampliato nel 16° secolo, durante il regno del sultano Solimano il Magnifico, e restaurato più volte.

Il complesso ospita due moschee, quattro fontane, due bagni turchi e diversi bar e ristoranti. Al centro c’è l’alta sala a cupola del Cevahir Bedesten, dove si trovano gli oggetti più preziosi del passato e di oggi, compresi mobili, oggetti in rame, tappeti, armi intarsiate, icone, specchi, orologi, candelabri, monete antiche e in argento, gioielli in oro…

Se siete in vacanza o in viaggio nella grande metropoli turca, il Grand Bazaar è sicuramente uno dei luoghi più belli da visitare, dove fare piacevoli passeggiate e anche buoni acquisti, contrattando con i vari venditori.

Cosa comprare nel Gran Bazar

Il Gran Bazar è il luogo perfetto dove fare acquisti a Istanbul.  Il mercato è noto per i suoi sontuosi gioielli, per le ceramiche dipinte a mano, per i pregiati tappeti, per i ricami, per le spezie e i negozi di antiquariato. Molte delle bancarelle del bazar sono raggruppate per tipo di merce, con aree speciali per la pelle, per i gioielli in oro e simili.

Gradualmente questo tipo di organizzazione è scomparso, anche se resta lungo determinate strade una maggior concentrazione di determinate attività:

  • tappeti lungo Sahaflar Caddesi
  • gioiellieri e braccialetti d’oro lungo Kalpakçılar Caddesi
  • articoli in pelle lungo Perdahçılar Caddesi
  • abbigliamento casual e in pelle al Bit Pazarı
  • mobili lungo Divrikli Caddesi

Cosa fare

Una delle cose più belle che si possono fare al Gran Bazar di Istanbul, oltre passeggiare e fare acquisti, è sedersi in uno dei caffè e guardare la folla che passa o mentre contratta il prezzo degli acquisti.

Visitare il Gran Bazar è sicuramente un luogo piacevole dove passeggiare e passare una mattinata o un pomeriggio. È anche uno dei luoghi migliori dove sentire la romantica atmosfera della vecchia Istanbul.

Orario di apertura

Il Gran Bazar di Istanbul è aperto dal Lunedi al Sabato dalle ore 8:30 alle ore 19:00.

La domenica e nei giorni festivi il Gran Bazaar è chiuso.

Prezzi e biglietti d’ingresso

Il Gran Bazar può essere visitato liberamente, non c’è da pagare un biglietto, l’ingresso è gratuito. Se si vuole, si può prenotare una visita guidata. Ci sono vari tour guidati che permettono non solo di apprezzare al meglio il Gran Bazaar, ma anche di visitare altri luoghi e monumenti importanti della città di Istanbul.

Come arrivare al Gran Bazar

Il Gran Bazar si trova all’interno della città fortificata di Istanbul su una collina, nel distretto di Fatih e nel quartiere (Mahalle) che porta lo stesso nome (Kapalıçarşı). Il Bazar è facilmente raggiungibile da Sultanahmet e Sirkeci con i tram (fermata Beyazıt-Kapalıçarşı).

Il Gran Bazar si trova a 900 metri dalla Moschea Blu, circa 10 minuti a piedi. Se non si vuole fare la strada a piedi, si può prendere il bus T1 e scendere alla fermata di Cemberlitas.

La zona del Gran Bazar è anche un interessante zona dove alloggiare a Istanbul. Ci sono numerosi hotel ed alloggi di viario tipo nelle vicinanze, ed è anche una delle zone più economiche dove dormire.

Cerca e prenota un alloggio o un hotel vicino il Gran Bazar

Come visitare il Gran Bazar

Per entrare nel Gran Bazaar ci sono quattro porte principali, situate alle estremità delle sue due principali strade che si intersecano vicino all’angolo sud-occidentale del bazar, oltre a circa 20 ingressi secondari. Anche se non c’è un percorso predefinito, alcune vie possono risultare più interessanti di altre.

Il Grand Bazaar non è solo un grande mercato, è una città nella città dove una vita separata scorre secondo le proprie regole. Oltre allo shopping, i visitatori possono sperimentare il vero sapore orientale, conoscere la storia e la cultura.

Affinché la passeggiata non sia offuscata dalla delusione, è necessario ascoltare i consigli:

Tieni traccia del tuo portafoglio e dei tuoi documenti.

Prima di visitare il Grand Bazaar di Istanbul, vale la pena procurarsi una mappa del mercato. Questo rende più facile navigare nei centri commerciali e trovare una via d’uscita.

Puoi pagare la merce in lire e in valuta estera (dollari, euro). Ma pagare per gli acquisti in sterline è più redditizio, quindi è necessario cambiare la valuta in anticipo. Sul territorio del complesso sono presenti scambiatori con cambio fedele, ma trovarli richiede molto tempo.

Negoziare il prezzo – senza questo, un acquisto sul mercato orientale non è completo. I venditori gonfiano deliberatamente il costo più volte, quindi fanno volentieri concessioni.
Non dovresti ammirare apertamente il prodotto: il venditore percepisce l’interesse del turista ed è problematico ottenere una riduzione del prezzo.

Molti venditori di dolci e frutta si offrono di assaggiare tutto, alcuni ti trattano con tè o caffè. Non dovresti cercare una spina, per il mercato orientale, è un evento comune.

Tra le strade più belle da visitare del bazar, troviamo: Kalpakcilarbasi caddesi, Cevahir Bedesteni e Sipahi caddesi. Se volete potete anche visitarlo con un tour guidato, che molte volte comprende anche altri luoghi e monumenti importanti della città di Istanbul.

gran-bazar-istanbul
Grand Bazar, Istanbul, Turchia – Foto da Depositphotos
Un pensiero su “Visitare il Gran Bazar di Istanbul: orari, curiosità e come arrivare”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.