Cappadocia: cosa vedere e come arrivare

La Cappadocia (Kapadokya in turco) è una regione situata nella Turchia centrale. Ospita le province di Kayseri, Nevşehir, Aksaray e Niğde. Ciò che troverete qui sono formazioni rocciose straordinarie che s’innalzano verso il cielo, emozionanti sentieri, misteriose città sotterranee e chiese scavate nella roccia. Uno stile di vita trogloditico che risale al Medioevo. Cappadocia è tutto questo e molto altro ancora, è una delle parti più belle e storicamente affascinanti della Turchia.

La geografia speciale della Cappadocia è il risultato di antiche eruzioni vulcaniche e vari processi di erosione che hanno trasformato questa regione in una lezione di geologia, con valli profonde e verdi che si alternano a pinnacoli di sabbia vulcanica e pietra, con formazioni rocciose di forme impossibili e aspre pianure.

A ciò dobbiamo aggiungere l’azione umana che ha reso abitabili questi luoghi impossibili. Per centinaia di anni gli uomini hanno scavato nel tufo morbido ma solido per creare abitazioni, monasteri, chiese e città sotterranee.  Nel 1985 l’UNESCO gli conferì a Cappadocia il titolo di Patrimonio Mondiale.

Cosa vedere in Cappadocia

Göreme, il campo base in Cappadocia

cosa-vedere-cappadocia-goreme

Göreme è diventato, in una certa misura, il fulcro dell’industria turistica della Cappadocia. La sua vicinanza al Museo all’aria aperta, a Zelve e ad altre attrazioni come il Camino delle fate, insieme al suo basso costo, ha attirato persone da tutto il mondo negli ultimi 20 anni circa.

La città di Göreme è il centro nevralgico che apre le strade per esplorare la Cappadocia. Anche se al giorno d’oggi è sostanzialmente composto da hotel, ristoranti e uffici di prenotazione di attività, è il posto migliore per dormire in Cappadocia, poiché quasi tutto ciò che deve essere visto è concentrato in pochi chilometri attorno ad essa.

Nonostante non sia particolarmente bella, è ancora sorprendente percorrerla e trovare curiose formazioni rocciose accanto a edifici più moderni.

Museo all’aperto di Göreme 

È un vasto complesso monastico scavato nella roccia, composto da quasi una dozzina di chiese risalenti al XII-XII secolo. Contiene le più belle chiese scavate nella roccia, con bellissimi affreschi i cui colori conservano ancora tutta la loro freschezza originale.

È ovviamente la prima attrazione ad essere visitata da qualsiasi viaggiatore in Cappadocia, perchè trovandosi nel centro della regione si può raggiungere facilmente da tutte le direzioni. Dista solo 15 minuti a piedi (1,5 km) dal centro del villaggio di Goreme.

Il Museo a cielo aperto di Goreme è stato inserito nella lista del patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 1984 ed è stato uno dei primi due siti UNESCO in Turchia. Il biglietto d’ingresso al museo è di 25 TL a persona.

Castello di Uçhisar 

cosa-vedere-cappadocia-uchisar

Nella città di Uchisar vicino a Göreme si trova questo tumulo roccioso scavato. È la vetta più alta della Cappadocia ed è stato utilizzato come fortezza naturale dal primo secolo.

È possibile osservare il castello all’interno oppure  salire in cima. Per raggiungere la cima si dovranno salire 120 gradini vertiginosi. Ma i panorami ne valgono la pena e si riesce a intravedere anche il vulcano Erciyes.

Valle delle colombe

Guvercinlik Vadisi (valle delle colombe) ha preso il nome dalle innumerevoli nicchie che sono state scavate nel morbido tufo vulcanico come rifugio per le colombe, animali che in passato erano molto importanti per la concimazione del terreno.

Mentre i piccioni non svolgono più un ruolo così importante nella zona, le loro case rocciose sono ancora state mantenute dalla gente del posto e sono particolarmente numerose in questa valle. Un ottimo modo per vedere la Valle delle colombe è dall’alto attraverso un tour in mongolfiera.

Castello di Ortahisar

ortahisar

Ortahisar è famosa per le pittoresche case in pietra, le strade strette e le belle chiese, nonché per la formazione rocciosa simile a un castello da cui prende il nome la città. Questa fortezza naturale alta 90 metri, punto di riferimento importante nella regione, è un alveare con grotte e tunnel, mimetizzata dalla natura senza la minima indicazione della presenza umana all’interno.

Quando si è parzialmente sgretolata ha rivelato parte del suo interno. Oggi il castello è stato restaurato e il picco è accessibile da una scala.

Museo all’aperto di Zelve

museo-al-aperto-zelve-cappadocia

Il Museo all’aperto di Zelve, che un tempo ospitava una delle più grandi comunità della regione, è un’incredibile città rupestre, piena di abitazioni e chiese scavate nella roccia. Si trova a circa 10 km da Goreme sulla strada per Avanos. Fu abitata fino all’inizio del ventesimo secolo, quando la vita divenne pericolosa a causa del erosione.

Ora Zelve è una città fantasma e l’erosione continua ancora. Le tre valli del museo all’aperto di Zelve offrono un paradiso per gli scalatori. Ci vogliono almeno due ore per camminare attraverso queste valli, che ospitano anche i più antichi esempi di architettura cappadociana e dipinti religiosi.

Pasabag 

Questa località si trova a metà strada tra il paese di Çavusin e il sito di Zelve, e consente di passeggiare liberamente tra alcune delle formazioni rocciose più particolari e belle della zona, i famosi camini delle fate della Cappadocia. Questi pinnacoli di tufo sormontati da un cappello di roccia basaltica  si sono formati nel corso dei millenni, in seguito alla attività vulcanica ed ai successivi fenomeni di erosione.

Çavusin

Il villaggio di Çavusin è separato in 2 parti; il nuovo e il vecchio villaggio. Come molti altri posti in Turchia, una volta era una unita comunità di turchi e greci che vivevano fianco a fianco. Dopo il Trattato di Losanna i cittadini greci furono costretti a tornare in patria mentre i turchi continuarono a vivere nelle loro case scavate nella morbida roccia vulcanica fino a quando la caduta di alcuni massi rese pericoloso il soggiorno. Anche i turchi abbandonarono le loro case costruendo la nuova parte di Çavusin.

Adesso il villaggio è visitato non solo per le case scavate nella pietra ma sopratutto per visitare una chiesa del V secolo, piuttosto pittoresca, situata sulla cima di una roccia che domina maestosamente la città vecchia.

Devrent

La valle di Devrent è anche conosciuta come la Valle dell’Immaginazione. Si trova a soli 10 minuti di auto da Goreme ed è conosciuta per il paesaggio lunare che i piccoli camini delle fate formano con il loro strano aspetto. La valle ha diverse rocce a forma di animale. Sembra uno zoo di sculture fatto dalla natura, basta lasciare libera l’immaginazione.

Love Valley, la Valle dell’Amore

cosa-vedere-cappadocia-love-valley

La Valle dell’Amore è  un luogo davvero affascinante. Si trova nei pressi di Goreme. Una delle particolarità di questa vale sono le forme dei camini delle fate che, scolpiti  nei secoli dai venti e le acque, creano un paesaggio unico.

Valle di Ihlara

La valle di Ihlara è un canyon con una profondità di circa 100 metri formato dal fiume Melendiz migliaia di anni fa. Inizia nel villaggio di Ihlara e termina con il monastero di Selime nel villaggio di Selime dopo 14 chilometri di lunghezza. Si ritiene che la valle ospitasse più di quattromila abitazioni e un centinaio di chiese rupestri decorate con affreschi.

Ci sono 4 ingressi alla valle: il primo è all’inizio della valle, nel villaggio di Ihlara. Il secondo, l’ingresso più popolare si apre sul quarto chilometro della valle ed ha più di 300 gradini. Il terzo ingresso è nel villaggio di Belisirma che vi permette di entrare nella valle guidando. L’ultimo ingresso è alla fine della valle al monastero di Selime.

Città sotterranea di Derinkuyu 

Ci sono 36 città sotterranee in Cappadocia e la più profonda è la città sotterranea di Derinkuyu, mentre la più ampia è la città sotterranea di Kaymakli. Queste città sotterranee furono scavate fin dai tempi degli Ittiti e si espansero nel corso dei secoli mentre vari eserciti attraversavano l’Anatolia Centrale saccheggiando e facendo prigionieri.

La città sotterranea di Derinkuyu si trova a 40 km da Goreme (30 minuti in auto). Visitandola ci si rende conto di come ha vissuto la popolazione locale a 85 metri di profondità, fino a 20 livelli sottoterra (solo i primi 8 sono visitati). Dalle cantine alle scuole, stalle, magazzini, chiese, a Derinkuyu c’era di tutto.

Anche se non è affatto una visita consigliabile se si soffre di claustrofobia, perché ci sono molte persone e i tunnel sono piuttosto bui e di piccole dimensioni, la verità è che visitare una delle città sotterranee della Cappadocia è un must.

Cosa fare in Cappadocia: le migliori attività

  • Mongolfiera in Cappadocia – Turchia – La Cappadocia è conosciuta in tutto il mondo come uno dei posti migliori per volare in mongolfiera. Le eccellenti condizioni di volo consentono alle mongolfiere di spostarsi dolcemente tra i camini delle fate,  tra spettacolari paesaggi surreali, attraverso imponenti vallate e colorate formazioni rocciose. Questa attività può essere svolta solo all’alba (devi alzarti alle 4 del mattino), ma ne varrà sicuramente la pena.
  • Cena con danza del ventre in una grotta
  • Spettacolo di danza tradizionale dei Dervisci Rotanti
Scopri tutti i tour disponibili per visitare Cappadocia

 

Dove alloggiare in Cappadocia

Una delle migliori città dove dormire è Goreme. L’unicità della maggior parte degli alloggi di Göreme è che non si tratta di grandi hotel, ma di piccole strutture gestite da famiglie e situate in case-grotte. Quasi tutte hanno una terrazza da cui è possibile vedere perfettamente lo spettacolo delle mongolfiere all’alba.

Trova un alloggio in Cappadocia

 

Come arrivare in Cappadocia e come viaggiare

È molto facile venire a Goreme – Cappadocia. Si può usare uno dei seguenti modi:

In aereo per Kayseri (75 km) o Nevsehir (45 km)

Si può arrivare in aereo da Istanbul, Izmir e Antalya a Kayseri e da Istanbul a Nevsehir. Ci vuole circa 1 ora e 15 minuti di volo da Istanbul a Kayseri o Nevsehir.

Direttamente in autobus per Goreme

Ci sono diverse compagnie di autobus (Metro, Nevsehirliler e Suha) che ogni giorno arrivano dalle principali città turche a Goreme. Ci vogliono circa 10 ore da Istanbul a Goreme.

In auto

Per viaggiare facilmente in Cappadocia, il modo migliore è noleggiare un’auto. Le distanze sono brevi, ma ci sono così tante fermate lungo il percorso che sarebbe davvero un po’ complicato spostarsi utilizzando il trasporto pubblico.

 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.