Istanbul, una delle città più affascinanti e ricche di storia al mondo, ospita una gemma architettonica che incanta i visitatori con la sua magnificenza: il Palazzo Topkapi. Questa meraviglia ottomana è stata la residenza ufficiale dei sultani per oltre tre secoli ed è oggi un museo che attrae migliaia di turisti ogni anno. In questo articolo, esploreremo in dettaglio cosa vedere al Palazzo Topkapi, scoprendo i suoi tesori storici, i giardini lussureggianti e l’imponente architettura che lo rendono un luogo imprescindibile durante una visita a Istanbul.

Storia del Palazzo Topkapi

Il Palazzo Topkapi è uno dei più importanti e iconici monumenti di Istanbul, in Turchia. La sua costruzione ebbe inizio nel 1459, poco dopo la conquista di Costantinopoli da parte di Mehmet II, conosciuto come Mehmet il Conquistatore. Inizialmente, il palazzo venne chiamato “Nuovo Palazzo” (Yeni Saray) per distinguerlo da altre residenze reali preesistenti. La posizione strategica scelta per la sua costruzione fu una collina sul lato europeo di Istanbul, che offriva una vista panoramica sulla città e sul Bosforo.

Nel corso dei secoli, il Palazzo Topkapi subì numerose modifiche, ampliamenti e aggiunte da parte dei successivi sultani ottomani. Ogni sultano contribuì a trasformare il palazzo, ampliandolo e impreziosendolo con nuovi edifici, sale e giardini. Ciò ha portato alla creazione di un complesso architettonico straordinario che si estende su un’area di circa 700.000 metri quadrati.

Il palazzo fu il centro del potere politico dell’Impero Ottomano. Oltre a essere una residenza reale, ospitava anche gli uffici amministrativi e burocratici dell’impero. Le decisioni politiche importanti venivano prese nella Sala del Concilio Divano, situata all’interno del palazzo.

Durante il regno di Solimano il Magnifico (1520-1566), il Palazzo Topkapi raggiunse il suo apice di splendore e grandezza. Solimano fu uno dei sultani ottomani più importanti e influenti e durante il suo lungo regno, il palazzo si trasformò in una residenza sontuosa e un centro culturale senza precedenti.

Una delle aggiunte più significative durante il regno di Solimano fu la costruzione del cosiddetto Harem, una sezione del palazzo riservata alle donne della famiglia reale e alle concubine. L’Harem comprendeva appartamenti, camere private, bagni, sale di ricevimento e giardini, ed era un luogo di grande importanza per la vita di corte.

Con l’avvento dell’era moderna, l’Impero Ottomano iniziò a declinare. Nel 1856, il sultano Abdülmecid I spostò la residenza ufficiale a palazzo Dolmabahçe, lasciando il Palazzo Topkapi in gran parte disabitato. Nel 1924, dopo la proclamazione della repubblica turca, il palazzo fu trasformato in un museo e aprì al pubblico nel 1926. Da allora, il Palazzo Topkapi è diventato una delle principali attrazioni turistiche di Istanbul, affascinando visitatori provenienti da tutto il mondo con la sua storia e la sua bellezza architettonica.

Oggi, il Palazzo Topkapi è riconosciuto come Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO ed è un luogo imperdibile per chi visita Istanbul.

Cosa potrai vedere al Palazzo Topkapi

Il Palazzo Topkapi è un’imponente struttura architettonica che occupa un’area di circa 700.000 metri quadrati. Composto da diversi edifici collegati tra loro da gallerie e passaggi, il palazzo si sviluppa attorno a quattro cortili principali, ciascuno con le proprie caratteristiche e funzioni distintive.

Cortile dei Giannizzeri

Il primo cortile del Palazzo Topkapi, conosciuto anche come “Cortile dei Giannizzeri”, è l’ingresso principale del palazzo e rappresenta la più grande area del complesso. Questo cortile era riservato ai soldati Giannizzeri, l’élite dell’esercito ottomano. Gli Giannizzeri erano famosi per la loro lealtà e abilità militare ed erano considerati una delle forze armate più potenti del loro tempo.

Il cortile è caratterizzato da una vasta area aperta circondata da edifici e mura. Al suo interno si trovavano le caserme dei soldati, gli alloggi, gli arsenali e altre strutture militari. Potrete vedere diversi monumenti storici come la chiesa bizantina di Santa Irene e l’antica zecca imperiale. È questo cortile che i visitatori devono attraversare per raggiungere il Cancello del Saluto, che li conduce al secondo cortile del palazzo.

Cortile del Consiglio

Il secondo cortile del Palazzo Topkapi, conosciuto anche come “Cortile del Consiglio” è una delle parti più significative e affascinanti del complesso. Questo cortile è il cuore politico e amministrativo del palazzo, dove si svolgevano le attività di governo dell’Impero Ottomano.

Il secondo cortile è raggiungibile attraverso la Porta del Saluto (Bab-ı Selam), che si trova il fondo al primo cortile. Una volta attraversata la porta, i visitatori si trovano di fronte a un ampio spazio aperto circondato da una serie di edifici e cortili.

Uno degli edifici principali all’interno del secondo cortile è la Sala del Concilio Divano (Divan-ı Hümayun). Questa sala era il luogo in cui il sultano si riuniva con i suoi consiglieri per prendere decisioni politiche, amministrative e giudiziarie. La sala era caratterizzata da un’architettura sontuosa, con pareti riccamente decorate e un trono per il sultano al centro.

Il cortile ospita anche la Biblioteca Imperiale (Kütüphane-i Amire), che era una delle biblioteche più importanti dell’Impero Ottomano e la Camera del Tesoro (Hazine-i Amire), dove erano conservati i tesori preziosi dell’impero, come gioielli, monete d’oro, spade e molti altri oggetti preziosi appartenuti ai sultani ottomani.

Cortile dell’Harem

Nell’interno del Palazzo Topkapi a Istanbul, l’Harem rappresenta una delle parti più affascinanti e misteriose da esplorare. Era qui che risiedevano le donne della famiglia imperiale ottomana, tra cui le mogli del sultano, le concubine, le loro servitrici e i figli.

L’Harem del Palazzo Topkapi era un mondo a sé stante, separato dal resto del palazzo da un complesso sistema di cortili e porte. Progettato in modo da garantire la privacy e l’isolamento delle donne che vi risiedevano, il Cortile era accessibile solo al sultano, ai membri della famiglia imperiale e alle persone autorizzate.

Il cortile è costituito da un complesso di edifici riccamente decorati e architettonicamente affascinanti. Le camere del harem sono decorate con lussuosi tessuti, soffitti intarsiati, mosaici colorati, piastrelle in ceramica e finestre a stucco traforato che filtrano la luce in modo suggestivo. Oltre alle stanze private, l’Harem comprende anche sale per l’intrattenimento, giardini, hammam (bagni turchi), cucine e persino una moschea.

Da non perdere la visita alla Camera dei Gioielli, dove le donne conservavano i loro tesori preziosi, tra cui gioielli incastonati di diamanti, rubini e perle.

Il Museo del Palazzo Topkapi

Oltre alle sale del tesoro, il Palazzo Topkapi ospita anche un museo che espone una vasta collezione di arte ottomana. Qui è possibile ammirare dipinti, manoscritti, ceramiche, tessuti e molto altro ancora. Ogni oggetto esposto racconta una storia, offrendo ai visitatori una comprensione più profonda della cultura e della storia dell’Impero Ottomano.

La Sala delle udienze

La Sala delle udienze è una delle sale più importanti all’interno del Palazzo Topkapi. Questo spazio imponente era il luogo in cui il sultano si incontrava con i suoi ministri e riceveva gli ambasciatori stranieri. Le pareti sono decorate con magnifici piastrelle in ceramica, mentre il soffitto è adornato da affreschi elaborati.

Le Cucine del Palazzo

Le cucine del Palazzo Topkapi meritano una visita per scoprire il modo in cui venivano preparati i pasti per la corte ottomana. Le cucine erano enormi e avevano una vasta gamma di attrezzature per la preparazione dei cibi. Potrai ammirare gli antichi utensili da cucina, i forni tradizionali e le aree di conservazione degli alimenti.

Il Padiglione delle Porcellane

Uno dei punti salienti del Palazzo Topkapi è il Padiglione delle Porcellane. Questo edificio ospita una collezione eccezionale di porcellane cinesi, ceramiche ottomane e oggetti di vetro. Le decorazioni intricatamente lavorate e i colori vivaci delle opere esposte sono semplicemente sbalorditivi.

I Giardini e la Vista sul Bosforo

Oltre agli interni spettacolari, il Palazzo Topkapi offre anche una vista panoramica mozzafiato sul Bosforo. I giardini che circondano il palazzo sono lussureggianti e ben curati, ideali per una passeggiata tranquilla. Troverai angoli tranquilli, fontane e piante esotiche che creano un’atmosfera rilassante.

Esposizioni temporanee e eventi speciali

Il Palazzo Topkapi ospita regolarmente esposizioni temporanee e eventi speciali. Assicurati di controllare il calendario degli eventi durante la tua visita, poiché potresti avere l’opportunità di vedere mostre d’arte, spettacoli culturali o attività interattive legate alla storia ottomana.

Come arrivare al palazzo di Topkapi di Istanbul?

Il Palazzo Topkapi si trova nel centro di Istanbul, nel quartiere di Sultanhamet e più precisamente a Cankurtaran. Il suo indirizzo esatto è: Eminönü, 34122 Cankurtaran

Grazie alla sua posizione centrale, il Palazzo di Topkapi è facilmente accessibile tramite mezzi pubblici, come autobus, tram e metropolitana. Inoltre, molte delle principali attrazioni turistiche di Istanbul, come la Basilica di Santa Sofia e la Moschea Blu, si trovano nelle vicinanze del palazzo, rendendo la visita ancora più comoda e conveniente per i visitatori.

Raggiungere il Palazzo Topkapi:

A piedi – da piazza Sultanhamet, si raggiunge passando dietro la Basilica di Santa Sofia.

Con il tram – la linea T1 (direzione Kabataş), permette di arrivare proprio accanto al palazzo se si scende alla stazione Gülhane istayonu. Questo è il modo più comodo e diretto per raggiungere Topkapi.

In autobus – prendere la linea BN1 e scendere alla fermata Akbıyık. Ci si trova a circa 10 minuti a piedi dal palazzo.

Consigli utili

Orari d’apertura del Palazzo Topkapi

Gli orari di apertura del Palazzo Topkapi possono variare a seconda delle stagioni e dei giorni della settimana. Tuttavia, di solito il palazzo è aperto al pubblico nei seguenti orari:

Inverno (dal 30 ottobre al 15 aprile) – Museo, Harem e Hagia Irene: dalle 9:00 alle 16:45.

Estate (dal 16 aprile al 29 ottobre) – Museo, Harem e Hagia Irene: dalle 9:00 alle 18:00.

Chiusura del Palazzo Topkapi

Il Palazzo Topkapi è chiuso ogni martedì e il 1° maggio, il primo giorno del Ramadan e il primo giorno della Festa del Sacrificio.

Prezzo biglietti Palazzo Topkapi

Palazzo: 320TL (12,40€)*
Harem: 150TL (5,80€)*
Palazzo + Harem: 420TL (16,30€)*

*I prezzi possono cambiare nel tempo. Verificare i prezzi correnti sul sito ufficiale del Palazzo Topkapi.

Consiglio: Il Palazzo Topkapi è tra le attrazioni più visitate di Istanbul e se si vogliono evitare le file lunghe che si creano all’entrata è meglio andare presto la mattina oppure prendere un biglietto salta fila.

Dove alloggiare nei pressi del Palazzo Topkapi

Il Palazzo Topkapi si trova nel cuore di Istanbul, nel quartiere di Sultanahmet che è il più turistico della città. Il modo più semplice per soggiornare vicino al palazzo è prenotare l’hotel in questa zona. Molti visitatori scelgono questo quartiere per alloggiare, perchè qui si trova la maggior parte dei monumenti più importanti da visitare a Istanbul.

Se si vuole alloggiare in un altro quartiere pur rimanendo vicino al palazzo, si può scegliere il quartiere di Galata o quello di Beyoğlu. Entrambi possono essere raggiunti prendendo la linea 1 del tram, che passa accanto al Palazzo Topkapi.

Potete sapere di più leggendo il nostro articolo dedicato su dove alloggiare a Istanbul: i migliori quartieri.

Trova e prenota un alloggio a Sultanahmet

palazzo-topkapi-istanbul
Foto di Arif Yasa da Pixabay
5 pensiero su “Cosa vedere al Palazzo Topkapi a Istanbul: prezzi biglietti e orari visita”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.